Lump Sum o Dollar Cost Averaging?

In un precedente post abbiamo presentato la strategia d’investimento denominata Dollar Cost Averaging;  oggi vediamo che non ostante il DCA sia una buona strategia d’investimento, per chi ad esempio si trova all’improvviso una somma da investire(eredità, vincita del lotto, etc.), oppure possiede già un discreto capitale da impiegare sui mercati finanziari, potrebbe essere meglio investire sin da subito tutta la somma , anzicchè diluire nel tempo gli acquisti.

Se prendiamo ad esempio l’indice S&P 500 nel periodo 1926 – 2013 , e consideriamo i ritorni avuti considerando intervalli di investimento di  12 mesi all’interno di questi 87 anni di osservazione , i risultati che abbiamo per 3 strategie di investimento ( tutto all’inizio ovvero Lump Sum , Dollar cost Averaging e cash) , abbiamo i seguenti risultati:

Lump Sum       Dollar Cost Averaging         Cash

                                     12.2%                         8.1%                                    3.6%

I valori sono medi chiaramente; abbiamo visto sempre qui come  ci possono essere dei periodi decennali con ritorni nulli o negativi , tuttavia statisticamente tendendo la borsa a crescere nel lungo termine conviene investire sin da subito e far agire l’implacabile forza degli interessi composti.

Notiamo comunque in ogni caso come la scelta di rimanere “cash” sia penalizzante nei confronti del DCA o del LS.

Cosa fare dunque?

Pur avendo la strategia Lump Sum i benefici della statistica ( i ritorni del passato non garantiscono tuttavia ritorni futuri simili ) ciò non vuol dire che sia la strategia d’investimento da adoperare per ognuno di noi.

Il DCA o piano d’accumulo ha anche i suoi vantaggi “non monetari”. Il DCA può essere visto come un assicurazione nei confronti di un risentimento nel caso in cui dopo aver investito il mercato possa crollare subito dopo. Molti infatti non sono in grado di tollerare perdite immediate e parziali anche del 50% sul investimento azionario , quindi il DCA può essere uno strumento per gestire meglio l’emotività di fronte a questo scenario.

Inoltre il DCA può essere l’unica strategia disponibile per coloro che investono piccole somme frutto di risparmi mensili ad esempio.

Anche investendo in modalità DCA possiamo subire delle perdite parziali significative , ma come abbiamo visto , il DCA ci consente anche di fare acquisti a prezzi inferiori che possono agire da cuscino psicologico nelle fasi di ribasso dei mercati. Passata la tempesta , ci ritroveremo con più quote d’investimento avendo comprato più basso sfruttando la discesa dei mercati.

L’importante è sempre mantenere una strategia d’investimento e non deviare dal percorso.

Con pazienza i risultati si ottengono a patto di mantenere una visione di lungo termine e di non commettere errori grossolani come ad esempio vendere quando il mercato crolla.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *