L’eredità di Warren Buffett

Chiedereste un consiglio a Warren Buffet su quale strategia di investimento adottare per i prossimi decenni?

Credo che chiunque abbia approcciato il mondo degli investimenti dovrebbe prestare massima attenzione ai numerosi consigli che “L’oracolo di Omaha” ha dispensato nella sua lunga e brillante carriera da investitore.

Qualche anno fa venne chiesto al mitico Warren:

Quale asset allocation suggeriresti ai tuoi familiari, prima di passare a miglior vita, per la protezione del loro patrimonio?

L’asset allocation proposta da Warren fu molto semplice:

  • 90% in un indice che replichi le 500 aziende americane a maggiore capitalizzazione (S&P 500);
  • 10% in buoni del tesoro americano a breve termine.

Di preciso il messaggio originale di Buffett è il seguente:

My advice to the trustee couldn’t be more simple: Put 10% of the cash in short-term government bonds and 90% in a very low-cost S&P 500 index fund. (I suggest Vanguard’s.)I believe the trust’s long-term results from this policy will be superior to those attained by most investors — whether pension funds, institutions or individuals — who employ high-fee managers.”

Certamente , un portafoglio così composto risulta molto “aggressivo” ed esposto a perdite parziali anche importanti, come quelle sofferte negli anni a cavallo fra il 2007 ed il 2009 . Tuttavia, per coloro con orizzonti temporali di investimento molto lunghi (è a questi che si rivolge Warren con il suo consiglio), tale portafoglio potrebbe riservare rendimenti molto interessanti, salvaguardando il patrimonio e soprattutto battendo l’inflazione.

Come mai Warren suggerisce solo 10% di obbligazioni ?

La risposta è semplice:

sapendo che tale portafoglio rischia di avere delle perdite parziali anche dell’ordine del 30-50% , il cuscinetto di obbligazioni del 10% consente di ammortizzare tale perdite, nonché di garantire una “cassa” disponibile a cui poter attingere nel caso si dovesse avere bisogno di liquidità proprio nei momenti di ribasso dei mercati, evitando così di smobilizzare la parte azionaria, che opera efficamente su orizzonti temporali più lunghi.

La suddetta allocazione non è adatta a tutti, essendo il profilo di rischio richiesto elevato, tuttavia sappiate che i nipoti di Buffett si affideranno a questo portafoglio ed un motivo ci sarà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *