Il migliore amico dell’investitore

Foto di p2722754 da Pixabay

“L’interesse composto è l’ottava meraviglia del mondo. Chi lo capisce, lo guadagna; chi non lo capisce, lo paga”. Albert Einstein

Immaginate che un nostro nonno/bisnonno avesse nel 1928 investito 100 Dollari sul mercato azionario americano tramite un indice azionario e non avesse più fatto alcunchè, ma soltanto lasciato scorrere il tempo, reinvestendo tutti i dividendi ricevuti, anno dopo anno fino a fine 2019.

Sapete quanto avrebbero reso questi 100 dollari a lui o a i suoi nipoti a fine 2019?

La risposta è $ 502.417,21 !

Se considerate tutto ciò che è accaduto nel mondo nel frattempo, il risultato è semplicemente sbalorditivo e non comprensibile immediatamente ed è attribuibile, soprattutto, alla forza dell’interesse composto. L’interesse ricevuto anno dopo anno genera altro interesse, che si somma all’investimento iniziale, generando un effetto valanga, che produce questi risultati.

Certo il percorso può risultare travagliato, come si può vedere dalla tabella sottostante, ma alla fine il risultato generato compensa ampiamente le oscillazioni ed i momenti di paura vissuti.

Ci sono state annate con rendimenti negativi anche in doppia cifra (vedi 1931, 2002, 2008, ecc.), ma il più delle volte i mercati danno un risultato positivo annuo e alla lunga compensano ampiamente i cali che ogni tanto si verificano.

Crescita di 100 USD investiti sullo S&P 500 ( Fonte dati http://pages.stern.nyu.edu/~adamodar/New_Home_Page/datafile/histretSP.html )

Il segreto? Il tempo per far lavorare l’interesse composto insieme alla forza di reinvestire i dividendi.

Buon interesse composto a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *